Arte circense, musica e teatro per le strade di Mercogliano. Dal 25 al 27 luglio è Castellarte

Tutto pronto per la XV rassegna internazionale di artisti n strada “Castellarte- Rosso di Sera”. Una deliziosa festa popolare nei vicoletti del borgo di Capocastello, Mercogliano.

Dal comunicato stampa:

Da venerdì 25 a domenica 27 luglio si alza il sipario su Castellarte – Rassegna internazionale di Artisti In Strada – Rosso di sera, che, da 15 anni, porta il meglio dei buskers, degli artisti circensi e degli “street performers” d’Europa a Capocastello, borgo medievale di Mercogliano (a pochi metri dall’uscita autostradale Avellino-Est), per tre notti di festa picaresca e creatività a tutto tondo.
“Artisti In Strada” perché il festival punta innanzitutto sulla qualità del cast, selezionato nei grandi eventi europei e in collaborazione con rassegne italiane blasonate come il Ferrara Busker’s Festival; artisti che, in estate, abbandonano i teatri, i circhi o le sale da concerto, per assaporare la libertà dell’esibizione a contatto di pelle con il pubblico, in una situazione in cui i ruoli – artista/spettatore – quasi si confondono.
Nel cast spiccano eccezionali presenze come il duo svizzero-statunitense dei “Full House”, il duo di acrobati cileni “Los Chatos”, il tedesco Willy Wonder con la sua folle rilettura degli anni della”disco music”, lo straordinario Chris Lynam applaudito alla tv inglese, il pluripremiato burattinaio internazionale Pane Temov ma anche i toscani della folle “marching band” che porta il nome di Fantomatik Orchestra e, direttamente da Zelig, Luca Regina con la sua stralunata prestidigitazione.

Musica vintage con il rockabilly dei The Capone Bros  e dei Charlie Rock, lo swing degli Spaghetti Style, l’afro beat degli svizzeri Felas e dei romani Funkallisto, lo ska anni ’60 di Al & The Maskalzones e Serino Skalo e teatro, con il Co.C.I.S. e “Lo strano sogno di Compà Prisco e Compà Mostino” e Gaetano Franco che, con la sua “Posteggia di Pulcinella” mostrerà il volto del clown campano per eccellenza.

Grande attenzione anche all’enogastronomia di qualità nel ristorante di Castellarte che, quest’anno, sarà curato dai fratelli Claudio e Carmelo Ferraro della “Taverna L’Orto di Virgilio” che proporranno il loro “viaggio tra cibo e poesia”, con le ricette della tradizione e i profumi delle erbe officinali del Monte Partenio.
La manifestazione, nata per strappare all’incuria il borgo di Capocastello, ha da sempre una forte attenzione ai temi social; il titolo di quest’anno “Rosso di sera” allude, infatti, al naso rosso dei clown-dottori per sostenere i quali, nelle tre sere di festa, sarà possibile acquistare un “naso rosso solidale” il cui ricavato andrà all’associazione “La Compagnia del Sorriso Campania Onlus”.
“Il villaggio dei libri” è la vetrina dedicata alla preziosa opera degli editori irpini che, insieme alle botteghe artigiane ed alle mostre collocate nei caratteristici “cellari” (locali terranei un tempo adibiti a stalla o cantina) vanno a completare l’offerta ricchissima che da quindici anni Castellarte prepara per i suoi oltre 50,000 visitatori.

Annunci

~ di campaniarock su luglio 24, 2008.

3 Risposte to “Arte circense, musica e teatro per le strade di Mercogliano. Dal 25 al 27 luglio è Castellarte”

  1. The Capone Bros grandiosi!!! Davvero delizioso il borgo. Fantastica serata, Grazie. Un saluto*

  2. il luogo in cui si svolge castellarte non e’ adatto per gli spettacoli di strada
    c’è poco spazio per gli artisti e per la gente, le strade e i luoghi sono quasi tutti in pendenza poi la gente che sta’ dietro non vede niente,
    per fare uno spettacolo di strada ci vogliono le caratteristiche giuste vale a dire “spazio sufficiente per poter eseguire uno spettacolo e illuminazione adeguata tutto questo non esiste a castellarte io che faccio spettacoli in strada ho notato il disagio di tanti artisti a dover lavorare in condizioni simili ,l’unica postazione degna di considerazione e stata dove si sono esibiti il duo cileno Los Chatos , personalmente non farei mai uno spettacolo a castellarete perche’ non avendo tutte le caratteristiche che ho elencato sopra il mio spettacolo sarebbe menomato al 99% questo e il mio commento
    Pipos .

  3. Salve, Pipos Dice volevo solo dirti, è vero ke sei un artista di stada e ne capisci +, ma molto + di me…ma forse non è proprio come dici tu…altrimenti una manifestazione ke si svolge in un luogo non adatto non dura 15 anni!!! Io sono della zona e ti dico ke Castellarte la segua dalla prima edizione e non ha mai finito di affascinarmi, nè gli artisti nè tantomeno il luogo in cui si svolge…ke secondo me è adatto!!! Poi non so…cmq Grandi Los Chatos, Luca Regina, Willie Wonder, e tutti gli altri artisti ke mi hanno regalato esperienze uniche!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: