Il karaoke collettivo dei Negramaro. Rock ed emozioni ieri al PalaSele

negramaro4Si chiude con un doppio sold-out il passaggio in Campana de “La Finestra Tour”. Dopo Caserta, mercoledì 19 novembre è toccato ad Eboli ospitare la band salentina. Tutto esaurito, emozioni a raffica e la forza di una band che ha conquistato l’Italia, suonando anche a San Siro.

Apertura molto scenografica con il brano Senza Fiato. Un tendone bianco calato a sipario copre per intero il gruppo e ne mostra solo le ombre; l’impatto non è molto coinvolgente, il pezzo non è conosciuto da molti (i fedelissimi naturalmente ci sono), ma ci penseranno le chitarre a dare una scossa al palazzetto, e allora incalza Mi travolge, mi sconvolgi… poi riasciughi e scappi via… ed è lì che inizia il concerto.

Saluto al pubblico di Eboli (ricordando che qui si è fermato anche un certo Cristo).

Secondo e terzo brano, La distrazione e Mentre tutto scorre, ormai si salta e si urla, e Giuliano inizia a dominare il palco e la gente; durante questi due brani ci consentono l’accesso davanti alle transenne per scattare delle foto, ma il groove straripante ci cattura e allora via le digitali, si canta e si urla a ritmo di musica; giuliano è molto in forma, carica e porta la voce a tonalità altissime.

negramaro3Quindi indossa la sua acustica e parte Un passo indietro, la gente accoglie: Un passo indietro ed ora io…. io…. non parlo più…. travolgente; le mani sono tutte in alto rabbiose, le grida adesso le sente anche lui dal palco; è un piacere che vuole provare tutto, perciò lascia cantare noi.

Poi di seguito L’immenso, semplicemente commovente, e La Finestra: ormai è tutto un delirio.

Giuliano è molto egocentrico, e allora passa da chitarra a pianoforte, e parte con Lilac Wine, conver di James Shelton, seguita da Neanche il mare, che qualcuno canta sorridendo, qualcuno urlando e qualcuno invece preferisce restare immobile facendosi prendere dalle parole e dalle sensazioni che magari rievoca.

Un pò di ritmo con Giuliano poi sta male e Parlami d’amore, e ci si rianima un pò; segue quindi una dedica a Domenico Modugno e la sua cover Meraviglioso, riarrangiata Negramaro style.

Cala di nuovo il sipario bianco e riprendiamo a vedere soltanto ombre, che stavoltano suonano la strumental Notturno, poi via di nuovo le tende e L’immensità, Solo tre minuti, Ruberò per te la luna, Quel posto che non c’è, Solo per te, e proprio quest’ultima, con le parole Come la neve non sa coprire tutta la città vede partire diversi spari di coriandoli tutti bianchi verso la platea come a simulare una nevicarta.

Tocca a Nuvole e lenzuola, dance-styled, un pò a ricalcare i concerti di Ligabue degli ultimi anni, che contengono quasi d’obbligo un pezzo del genere.

Ora i negarmaro vanno via, vogliono sentirsi acclamare prima di regalarci qualche altra canzone, quindi si urla, di fanno cori, ed ecco che dopo 2 minuti ritornano con Tu ricordati di me e Blucobalto, l’ultimo singolo sfornato dalla band salentina.

Poi Cade la pioggia, e quando tutto sembra essere finito ecco che arriva il pezzo più atteso, più urlato, più ballato: Via le mani dagli occhi; i negramaro lo sentono che la canzone ha preso tutti, dalla platea agli spalti, allora ad libitum con Toccami le mani toccami le mani toccami le mani….

In definitiva un concerto molto intenso, potente, carico, merito di un Giuliano che sta sul palco come se stesse nella sua stanza, di un gruppo che lo supporta con enorme grinta e di un pubblico che quando c’è da saltare non sta certo lì a guardare.

live report di Antonio De Vivo

si ringrazia la Anni60 Produzioni e la JaG communication

negramaro5

Advertisements

~ di campaniarock su novembre 20, 2008.

5 Risposte to “Il karaoke collettivo dei Negramaro. Rock ed emozioni ieri al PalaSele”

  1. io non ho pututo assistere al concerto e ci sto male da giorni..giuliano e’ inimitabile e la sua voce e’ un’emozione continua…

  2. il concerto ad eboli non si è svolto giovedì 20 novembre ma mercoledì 19 novembre

  3. è stato stupendo !

  4. siete il mio gruppo preferitooooooooooooo…. vi adoro..riuscite sempre ad emozionarmiiiiiiiiiii:):):)

  5. vi amooooooooooooooooooooooooo….. vorrei troppo riuscire a vedervi e parlarviiii…prima o poi ci riuscirò…me lo sento=)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: