Sakura No Nikki, il progetto di Francesca Fariello e la sua band. Tra rock, oriente e fede

francescafariello6Portici- Bellezza interiore, fragilità, vita, fede. Ricoperte da un guscio rock. Un rock emotivo a metà strada tra il cantautorato americano e l’influenza della letteratura, in particolare quella orientale. E’ il rock di Francesca Fariello, cantautrice vesuviana, voce del progetto che prende il suo nome, con Giuseppe Spinelli alle chitarre, Dario Spinelli al basso e Paolo Forlini alla batteria.

“Sakura no Nikki” è il nome dell’album autoprodotto, dove è fortissima l’influenza del rock e del grunge, ma allo stesso tempo gli arrangiamenti e le aperture vocali ripercorrono la musica a 360 gradi, come il soul rock (Jeff Buckley), il blues (Janis Joplin) ed il pop. “Sakura No Nikki” è un viaggio interiore che Francesca compie nella sua anima ripercorrendo “i sentieri della natura umana”. La fede, la felicità, l’effimero: è Sakura, ovvero il fiore di ciliegio, che nella letteratura giapponese rappresenta la vita, tra le sue contraddizioni, tra fragilità e fede.

francescafariello4

Pensieri annotati su un taccuino, i Nikki appunto, tecnica di scrittura giapponese del periodo Eian. “ Il lavoro- sussurra Francesca- è un concept album che segue una linea in cui descrivo l’orizzonte segreto, dove la musica comincia a suonare”. Musica che diventa rifugio ed a cui è dedicato il primo brano “Reach 4 U”, musica che si imbeve di letteratura: “Sono fortissimamente influenzata dalla letteratura, non solo quella orientale. Come il brano numero 11, intitolato proprio Dorian Gray”.

Si alternano quindi ballate intime (“Shine Little Star” e “Stand”, dove spunta Elisa), in cui chiudendo gli occhi si può immaginare un albero di ciliegie in fiore, a forti sussulti rock come “I Wish I Had”, a metà strada tra Courtney Love e Skin. Poi, i prossimi progetti: “Il disco nuovo- conclude la cantautrice di Portici- sarà pronto per i primi mesi del 2010. Un altro concept album, questa volta con brani in italiano, e incentrato sull’albero del salice, che nella cultura cinese rappresenta il ricordo, la nostalgia dell’uomo legato alla Terra”.

francescafariello8

Per vedere dal vivo Francesca Fariello e la sua band, domenica 18 gennaio al Mamamu di Napoli.

Luigi Ferraro

Per info myspace di Francesca Fariello

Advertisements

~ di campaniarock su gennaio 16, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: