Il report del 21 marzo. Libera, contro tutte le mafie, musica e 150mila persone

Modena City Ramblers

Modena City Ramblers

Una sola onda di 150mila persone, e poi tanta musica. Tanta musica, con Modena City Ramblers, 24 Grana, Lucariello e tanti altri, un prologo per una giornata in cui Nap0li e l’Italia intera hanno ricordato le tantissime vittime della mafia. Ecco il live report di Libera, a cura di Davide D’Angelo.

Dibattiti, discussioni e testimonianze. Ricordando le persone poco conosciute, ma morte per difendere la propria dignità, ma soprattutto la giustizia e per questo degne di essere ricordate, al pari di quei personaggi che con il loro sacrificio, sono diventati un pò le icone di questa dura lotta contro le ingiustizie delle mafie. Giancarlo Siani, Peppino Impastato, Falcone e Borsellino per citarne qualcuno.
Ed è proprio di questi nomi, di questi personaggi che si fa portavoce Don Ciotti, assieme a tutti i 500 e oltre familiari delle vittime.
Dopo la mattinata dedicata al corteo e ai dibattiti spazio al concerto, alla musica, ciliegina sulla torta di una giornata segnata da emozioni e non ancora sazia.

manifestaz21marzo

In una prima parte dedicata per lo più a gruppi folk-popolare, tra i quali citiamo, perchè a mio parere degni di nota i Caro De Andrè, formazione ovviamente “tribute” del poeta-cantastorie Fabrizio “Faber” De Andrè. Pubblico, abbastanza giovane in piazza, ma nonostante tutto De Andrè è sempre De Andrè e le gambe cominciano a muoversi sulle note delle sue canzoni.

Di seguito, gli ormai storici e’Zezi. “Banda popolare” nata dal disagio sociale e dalla precarietà lavorativa dell’ultimo decennio.

E'Zezi

E'Zezi

Si giunge così alla seconda parte dello spettacolo musicale che va a chiudere questa splendida giornata di riflessione si, ma anche di divertimento.

Cominciano gli Harry Loman, band di Torino di chiaro stampo pop-rock, influenze scontate quelle dei Subsonica. Il loro live è abbastanza energico, il pubblico partecipa attivamente, forse anche per il freddo che stranamente accompagna il primo giorno di primavera, ma da sottolineare la presenza di folti gruppi di boyscout, probabilmente qualcuno anche di Torino.
E’ il momento dei big.
Lucariello riscalda con il suo groove dub-posse, una voce indubbiamente “particolare”, ma il suo show è pieno di cuore. Stupenda performance. Forse la Napoli “musicante” ha trovato il suo nuovo condottiero.

Lucariello

Lucariello

Dopo Lucariello è la volta degli A67. Cosa dire di questa band nata tra le strade di una Napoli malata, in un quartiere che è sempre stato al centro dell’attenzione, ma per altri avvenimenti ben più seri.
Dal vivo gli A67 sprigionano la rabbia, di chi alle ingiustizie ha sempre voltato le spalle, probabilmente ferendosi qualche volta, ma indiscutibilmente sempre guariti e pronti a ricominciare. Gli anni d’oro di band come Bisca-99Posse e Almamegretta con Raiz rivivono nel loro sound. Stupenda la chiusura con la cover di Don Raffaè di F.De Andrè con l’ospitata al violino di Francesco Moneti dei Modena City Ramblers e con dedica speciale ad un personaggio importante per questa giornata e non. Peppino Impastato.

'A67

'A67

Sul palco i 24 Grana, ormai veterani del “palcoscenico undergorund napoletano”. Un live senza esplosioni o colpi di scena. Suonano perfettamente, fanno il loro mestiere nel migliore dei modi. Aldilà di preferenze musicali, alle quali potrei dar peso, non si può non essere obiettivi di fronte ad un gruppo così collaudato. E ne è la dimostrazione il pubblico che canta dalla prima all’ultima nota le loro canzoni. Brani storici, come Stai Mai Cca e Lu Cardillo..e complimenti ai 24 Grana.

24 Grana

24 Grana

Gran finale sul palco di piazza del Plebiscito.
Modena City Ramblers on stage!
Che dire di un gruppo che calca i palcoscenici da diverso tempo con grande professionalità? Nulla e tutto.
Nulla perchè sarebbe scontato qualsiasi tipo di discorso. Tutto perchè, il loro concerto è stato trascinante, divertente, entusiasmante. Tutto il pubblico li aspettava, più volte li hanno acclamati, spesso mettendo in secondo piano chi già stava suonando.
Modena!! Modena!! Modena!! Un coro che è esploso al loro ingresso. “Un’onda musicale” si abbatte sulla piazza, e via tutti a ballare (ammetto che ogni tanto tra una foto ed un’altra le gambe si muovevano anche a me..ma faceva sempre freddo).
Il giusto finale per una giornata vissuta al 100% da tutti.
Assolutamente indescrivibile l’emozione nel finale due brani che forse sono ormai il loro inno e l’inno di chi li segue costantemente, Cento Passi e O’Bella Ciao, ricambiando a loro volta l’ospitata invitando sul palco, per questo finale gli A67, ma anche tutti quelli che con Libera, hanno permesso la realizzazione di questa splendida giornata.

Il palco è invaso di persone che a loro volta danzano sulle note dei Modena!
Scattando foto e ballando nel finale (era impossibile non farlo) la giornata, questa giornata del 21 Marzo è terminata. La gente con ordine si allontana dalla piazza, pensando (e me lo auguro) e riflettendo alle tante parole dette e ripetute sin dal mattino. L’importante è, o meglio sarebbe riuscire a non dimenticare.
Non dimenticare chi ha pagato con la vita le ingiustizie di un sistema balordo che cerca con ogni mezzo di soffocare la nostra civiltà. Non dimenticare chi cerca ora di combattere questo sistema spietato.
Non dimenticare!

Davide M. D’Angelo

Annunci

~ di campaniarock su aprile 2, 2009.

5 Risposte to “Il report del 21 marzo. Libera, contro tutte le mafie, musica e 150mila persone”

  1. BRAVO FRATELLONE!
    sONO SUPERFIERA DI TE!
    tvb *************
    SARAH

  2. Grande, guagliò!

    Mimì

  3. grande davo, bravo continua così!!!

    stone

  4. ciao dado,
    queste voci dovrebbero farsi sentire più spesso.
    sto andando al circo massimo, ancora in piazza a gridare futuro!
    un abbraccio forte
    ari

  5. Mille grazie a tutti 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: