Musicultura: in finale i napoletani Terrasonora

Dopo i SUPERLOWed (da Somma Vesuviana) dello scorso anno ecco un’altra band campana a Musicultura. Finalista di uno dei premi più prestigiosi (e meno sputtanati) della musica italiana. Tra folk, tradizione e modernità.

di Maria D’Arco:

Venerdì 12 marzo al Teatro Persiani di Recanati si è svolta l’anteprima nazionale di Musicultura (già Premio Recanati), affermatosi in vent’ anni di storia come una delle rassegne musicali italiane più innovative. La sua peculiarità, molto rara in Italia, è attingere alla creatività della musica “popolare” senza confini di genere, con lo scopo di individuare nuove tendenze e valorizzare nuovi talenti della musica popolare e d’autore contemporanea.

Durante la serata, condotta da Gianmaurizio Foderaro e Carlotta Tedeschi di Radio Uno rai si sono esibiti i 16 finalisti del concorso, offrendo alla prestigiosa platea uno spettacolo emozionante e di grande qualità. I napoletani Terrasonora esibitisi con l’inedito “Guardame” hanno coinvolto il pubblico con i loro suoni folk e l’interpretazione dei vocalisti del gruppo, ottenendo un lungo applauso.

Un nuovo riconoscimento per la band made in Campania, (Gaia Fusco – voce; Francesco Ferrara – voce; Raffaele Esposito – tastiere e pianoforte; Antonio Esposito – basso acustico; Gennaro Esposito – chitarra classica, acustica e 12 corde; Antonello Gajulli – percussioni; Fabio Soriano – fiati etnici; Massimiliano Punzo – tecnico del suono. Ndr) non nuova, nemo profeta in patria, a importanti segnalazioni in ambito italiano e internazionale. Non è cosa facile ottenere una così ampia approvazione puntando su un folk contemporaneo ispirato alla musica  tradizionale della Campania,  rielaborato nei contenuti con  una chiave di lettura più attuale.

Nei loro brani si raccontano storie legate inevitabilmente a origini e contesti sociali poco noti al di fuori della nostra regione, raccontati attraverso una sapiente fusione tra  la qualità  musicale delle canzoni – anch’essa riferita ai ritmi (della tammurriata, della tarantella) e agli strumenti (tammorra, tamburello, ciaramella) della tradizione, opportunamente commisti a ritmi e strumenti (cajon, darabouka, nay) che provengono invece da altre culture o che rimandano ad altri stili (basso elettrico, tastiere)- e la profondità dei testi. È appunto questa la caratteristica dei Terrasonora, che si inseriscono nel solco della tradizione mutuandone il linguaggio, rinnovandolo, e ampliandone il potenziale espressivo.

Con “guardame”, il gruppo made in Campania, è inserito ufficialmente nella compilation della ventunesima edizione di Musicultura, in programmazione da Aprile da Radio 1 Rai (radio ufficiale del festival). Dopo questa fase ci sarà la scelta degli 8 vincitori che vedremo salire sul palco dell’Arena Sferisterio di Macerata per le serate finali del festival, il 18, 19, 20 giugno.

A decretarli il pubblico che potrà esprimersi ascoltando i 16 brani finalisti su Radio Uno Rai e il Comitato Artistico di Garanzia, composto in questa edizione da: Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Lucio Dalla, Cristiano De André, Teresa De Sio, Tiziano Ferro, Giorgia, Joumana Haddad, Dacia Maraini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Teresa Salgueiro, Ettore Scola, Michele Serra, Daniele Silvestri, Paola Turci, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi, Antonello Venditti, Lello Voce.

fonte myspace

Musica anti rumore. Cultura per conoscere una Campania diversa. Quella vera. Ricordatevene se ascolterete Radio Uno.

http://www.terrasonora.it

http://www.musicultura.it

~ di campaniarock su marzo 15, 2010.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: