“You Have No Control”, tributo campano ai Fugazi. Nel segno del DIY

Per tutti gli emo che ascoltano le band emo e si sentono realmente emo: forse non sapete che la prima band propriamente “emo” sono stati i Fugazi, ma non avevano il ciuffo abbassato sulla fronte. Spaccavano di brutto, suonavano grezzi e crudi, hardcore appunto, erano contro l’omologazione, era la vera alternativa. Dopo 20 anni il collettivo Get Up Kids dedica alla band americana un tributo NO SIAE, che sarà presentato sabato 8 maggio ad Officina 99.

c.stampa

Sabato 8 Maggio ad Officina 99 presentazione della compilation tributo ai Fugazi “You have no control promossa dal collettivo Get up kids!, dalla sala di registrazione di Officina 99 e dalla fanzine A’rraggia. Il disco riunisce 14 band della scena alternativa campana che hanno interpretato alla propria maniera i pezzi della storica band hardcore americana, il tutto all’insegna del Do It Yourself! e del No SIAE e con la partecipazione speciale de L’Enfance Rouge.
La serata si aprirà con la proiezione del video documentario Instrument e proseguirà con il live-set di tre band della compilation: i Gino Fastidio ed il loro punk demenziale, i Lidryca tra crossover ed elettronica e i Nouer, band indie-rock di matrice noise. A chiudere dj-set a cura di Korova Milk Bar.
Inizio proiezione ore 21, inizio concerti ore 22 e 30.

Non avete il controllo! Con questo grido di ribellione, nel 1990, i Fugazi presentano all’America post-reganiana il loro primo LP Repeater, un album che subito diventa il riferimento imprescindibile per tutta la scena punk/hard-core/postcore/scremo a venire. Non avete il controllo sulla nostra musica e sulle parole, sul modo di esprimerci, di comunicare, di “lottare per ciò che vogliamo essere”… È questo il senso che la band di Washington D.C. attribuisce al fare musica alternativa, a dispetto dell’omologazione e della passività imperanti; e tutto ciò lo mette in pratica autoproducendosi ed imponendo prezzi contenuti sui concerti, prediligendo contesti autogestiti, supportando cause politiche e sociali ed eliminando costi superflui come quelli del merchandise.

Oggi, vent’anni dopo e a diverse longitudini, raccogliamo la stessa sfida di allora con la consapevolezza che negli ultimi tempi tanti bagagli sono rimasti incustoditi, che c’è davvero da rimboccarsi le maniche, che per sopravvivere nella miseria dell’attuale panorama culturale non si può che ripartire da noi stessi.

La compilation che avete tra le mani è il risultato della sinergia tra alcune realtà Do it  Yourself napoletane (il collettivo politico-musicale Get up Kids!, la sala di registrazione di Officina 99, la fanzine A’rraggia) e tutte le band campane che hanno voluto lasciare una “traccia”, con in più la partecipazione de L’Enfance Rouge, una storica band della scena alternativa europea che ormai, da queste parti, è di casa. Ci trovate dentro un concentrato di suoni, rumori, urla e arrangiamenti tra i più disparati che, con la loro varietà, rispecchiano le sensibilità musicali di tutti quelli che hanno partecipato e sono la spia dell’enorme influenza che i Fugazi hanno lasciato anche oltre i confini del punk/hc.


Il tutto tenendo fermo il rifiuto del copyright e delle sue logiche proprietarie: su questo disco, quindi, niente bollino SIAE e massima libertà di masterizzazione e download. Uno slancio necessario, questo, per gridare ancora oggi “non avete il controllo!” al music business dei nostri tempi, fatto di major parassitarie ma anche di tante etichette che non hanno capito bene il senso della parola “indipendente”, di talent show televisivi impegnati a proporre modelli preconfezionati, e di locali interessati solo a vendere il maggior numero di cocktails…

ecco la tracklist:

1.  iride – bulldog front
2.  l’enfance rouge – repeater
3.  nasov – merchandise
4.  fuzz – do you like me?
5.  k-conjog – arpeggiator
6.  gino fastidio – break
7.  insula dulcamara – cashout
8.  lidryca – turnover
9.  nembrot – pink frosty
10. nouer – life and limb
11. bandiera dell odio – bed for the scraping
12. lev – waiting room
13. ultimo giro – great cop
14. mejerchol’d – break
15. das auge – long distance run


collettivo politico-musicale get up kids!
http://www.get-up-kids.org

~ di campaniarock su maggio 3, 2010.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: